Gabriele Marconi

Gabriele Marconi

Settembre, mese del compleanno di Frodo e di Bilbo, è per tradizione il mese più ricco di festeggiamenti su Tolkien non solo in Italia. Tra due settimane scarse comincia l'Oxonmoot della Tolkien Society alla Oxford University, che insieme al Mythcon della Mythopoeic Society negli Stati Uniti (tra luglio e agosto) è la manifestazione più importante dell'anno in tutto il mondo. Quest'anno parteciperà un giovane artista italiano che abbiamo avuto il privilegio di sostenere insieme ad altri in occasione dei Tolkien Society Awards e che poi è stato riconosciuto come autore della miglior opera d'arte del 2014: facciamo i nostri migliori complimenti a Fabio Leone per il suo viaggio d'Oltremanica a raccogliere gli onori che merita e ad esporre i suoi meravigliosi lavori

Ma torniamo nello stivale. Vi avevamo anticipato che settembre sarebbe stato il mese dei grandi eventi, dei festival, tolkieniani ed eccoci, a pregustare i sapori della festa a pochi giorni dal via alle danze. La Puglia godrà di due fine-settimana consecutivi (ma sarà davvero tutto di guadagnato?), tra Barletta e Trani, mentre toccherà al Piemonte a chiudere i giochi. Nel frattempo abbiamo il piacere di aggiungere il vicino congresso svizzero del Greisinger Museum (sia per la lingua che per la raggiungibilità, oltre che per l'amicizia che ci lega) al nostro calendario e ovviamente tutti i raduni di gruppi di appassionati che ci verranno segnalati.

Comincia ad agosto l'estate di Tolkien in Italia. Dall'inizio di agosto alla fine di settembre sono concentrati 5 dei più importanti eventi annuali su Tolkien, dai lungomare del Messinese alla piemontese Val Pellice, le associazioni della penisola dedicate a Tolkien si sono impegnate (e si stanno ancora impegnando) per raccogliere appassionati dei dintorni e di tutt'Italia. Poi, ovviamente, continuano gli incontri mensili degli smial: noncuranti del periodo vacanziero o forse proprio per far fruttare al massimo le vacanze, i gruppi si danno appuntamento per i loro raduni ordinari. Insomma, per il tolkieniano italiano di ogni dove non c'è proprio modo di lamentarsi.

La Tolkien Society, Società Tolkieniana d'Inghilterra ma con membri in tutto il globo, ha dato il via alla seconda edizione dei TS Awards, premi che la società dedicata con più aderenti conferisce dall'anno scorso ai migliori contributi nello studio dell'opera di Tolkien, la pubblicazione letteraria o giornalistica, l'arte derivata o ancora alla comunità degli appassionati.

Finalmente Santi Pagani nella Terra-di-Mezzo di Tolkien viene presentato anche a Milano, dopo Modena e Roma. Al Museo Wow, nella penultima domenica di La Magia dell'Anello, l'autore Claudio Testi si confronta sulla tesi che si è imposta nella critica internazionale con i veterani del tema in ambito nazionale Paolo Gulisano e Marco Respinti. Vista l'importanza dell'appuntamento Radio Brea trasmetterà in diretta la conferenza, che sarà quindi disponibile via web a tutti e, nel caso l'orario (17.00) sia proibitivo, anche in differita con il podcast. Dopo il salto tutti i dettagli della conferenza e degli altri appuntamenti di questa domenica e il live dalla radio, da cui potrete ascoltare la conferenza e le altre iniziative della giornata.

 

In seguito alla presentazione del libro di Edoardo Rialti La lunga sconfitta, la grande vittoria. La vita e le opere di J.R.R. Tolkien all'Wow di Milano nell'ambito di La Magia dell'Anello abbiamo deciso di rispolverare una chiacchierata che tenevamo chiusa nel cassetto da un po', dal settembre scorso, alla vigilia della pubblicazione del libro. Oggi Rialti si è confrontato con Alan D. Altieri (traduttore di G.R.R. Martin) e Franco Forte (direttore editoriale delle collane per edicola Mondadori), con la moderazione di Emanuele Manco (direttore di Fantasy Magazine) e sappiamo che ha fatto ancora faville, parlando del fantastico post-Tolkieniano, di cui è un estimatore come forse nessun altro in Italia.

Sì, perché sabato 28 febbraio abbiamo assistito ad una presentazione come poche altre, una presentazione che la si sarebbe detta più volentieri dell'autore stesso, in carne ed ossa, piuttosto che un invito alla lettura delle sue opere. Fatalmente, si è rivelato un invito alla lettura anche più potente. Siccome, molti temi e non pochi modi espressivi di Edoardo erano già emersi nella nostra intervista/conversazione di qualche mese fa, abbiamo voluto che fosse messa a disposizione dei nostri lettori, così da presentare (noi a loro, a voi!) a nostra volta l'autore che presenta l'autore.

 

Riportiamo l'intera offerta Homevideo prevista per l'edizione italiana dell'ultimo capitolo e per la trilogia di Lo Hobbit, disponibile all'acquisto dal 22 aprile ma già da qualche settimana al pre-ordine. Notevole la scelta di Warner Bros di accompagnare il cofanetto della Trilogia in edizione cinematografica, che fin dalle prime indiscrezioni ha stupito gli spettatori in tutto il mondo con copertine davvero suggestive. Ecco dunque, attraverso le descrizioni ufficiali, una piccola guida all'acquisto.

A redazione chiusa si fanno delle scelte su cosa raccontare e cosa no, è inevitabile. Ci sono state diverse notizie importanti che abbiamo delegate ai nostri organi sociali, altre per le quali abbiamo indirizzato agli amici di Associazione Italiana di Studi Tolkieniani, altre che abbiamo scelto di non diffondere, sia perché potevano non essere argomenti d'interesse, sia perché in ambiente tolkieniano sovente si pronunciano persone che non hanno dimestichezza con temi e dinamiche.

Quando, a fine gennaio, gli amici ispanofoni di ElAnilloUnico hanno diffuso per primi l'annuncio di un parco tematico sull'opera di Tolkien nei dintorni di Malaga (ES), non hanno mancato di far notare da principio le criticità di licenza, che sembravano (come spesso in casi simili) non essere state nemmeno considerate dagli organizzatori. A confermare le problematiche, nelle ultime settimane diversi aggiornamenti hanno disegnato una situazione tutt'altro che ottimistica per La Comarca, così si vorrebbe battezzare la struttura: alcuni anche sul principale aggregatore web intorno a Tolkien, TORn, che in primo luogo aveva ignorato l'annuncio. Nonostante proprio TORn sia la fonte delle testate italiane che ne hanno parlato, le stesse non hanno riportato minimamente le doverose premesse che invece EAU e TORn hanno segnalato a più riprese: il risultato è che nelle ultime ore in Italia si è incoraggiato un entusiasmo immotivato, grazie alla condivisione di diverse social fanpage.

Noi, che di un argomento così vulnerabile non avremmo voluto parlare anche in forza di altre esigenze del Network, ci ritroviamo quindi costretti a mettere ordine nella notizia e a ricordare, per l'ennesima volta, di fare delle precise scelte su a chi affidarci, quando si tratta d'informazione sul mondo di Tolkien e sulle iniziative più o meno correlate.

Oggi è uscita la nuova edizione di Smith of Wootton Major, ri-edizione della versione curata da Verlyn Flieger con l'aggiunta delle illustrazioni di Pauline Baynes dalla prima edizione, in nuove scansioni digitali. Fabbro di Wootton Major fa così seguito a Le Avventure di Tom Bombadil, ri-edito quest'autunno, un nuovo libro di grande valore critico e artistico, ad impreziosire la controversa opera breve di Tolkien.

Di febbraio in febbraio, si chiude il cerchio di ri-edizione delle opere brevi di Tolkien. Farmer Giles of Ham (Il Cacciatore di Draghi) era stato il primo l'anno scorso, ma idealmente si può risalire fino all'autunno precedente con Roverandom, ancora a cura dell'instancabile coppia Hammond&Scull. Poche pagine, più spazio per corredi: le nuove edizioni sono illustrate da Pauline Baynes, l'illustratrice scelta da Tolkien già nel '49 per il suo primo Farmer Giles, in nuove scansioni digitali a tutta pagina dei suoi disegni e introdotte e annotate da curatori tra i più importanti studiosi in assoluto. Dispensati per bene, i Racconti dal Reame Periglioso si mostrano qui come storie distinte dalla Terra-di-Mezzo, in un quadro di pubblicazione dell'editore inglese di Tolkien in continuo rinnovamento.

Il tanto richiesto programma di appuntamenti e conferenze per la manifestazione La Magia dell'Anello - da Tolkien a Jackson , di cui Tolkien Italian Network ha gestito il coordinamento, è ora disponibile in questa pagina fino alla fine di Febbraio. Sebbene in altre sedi abbiano già promosso alcuni appuntamenti di Marzo, il calendario del mese completo e corretto comparirà qui nei prossimi giorni. 

Pagina 1 di 6
Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn